VACANZE IN BARCA A VELA ALLE PONTINE

Weekend e settimane in barca a vela alla scoperta delle Pontine o Flegree

In programma nei mesi di Aprile e Maggio

Isole Pontine

pontine palmarola da ponza

L’ imbarco e lo sbarco, per queste vacanze in barca a vela alle Pontine o Flegree,  avverranno nel porto di Formia, facilissimo da Raggiungere in treno da Roma e Napoli ed in auto dall’ uscita di Cassino sulla A1. L’ imbarco avverrà il Giovedi’ sera o nella prima mattinata del Venerdi per gli weekend lunghi, il Venerdi sera per gli weekend e la Domenica per le crociere settimanali; mentre lo sbarco averrà sempre nella serata della Domenica.

Sei meravigliose isole, tappa delle nostre vacanze in barca a vela, sono situate a poche miglia di distanza dal Golfo di Gaeta, dove si trova la nostra base di Formia per gli imbarchi e sbarchi: le Isole Pontine o Ponziane. Ponza, Zannone, Palmarola, Gavi, Ventotene e Santo Stefano. Le due isole principali, le due isole principali Ponza e Ventotene sono separate da circa 20 miglia nautiche, queste isole ricche di bellezze naturali e di storia rendono questo arcipelago tra i piu’ belli al Mondo.

Ponza

L’isola di Ponza, una delle nostre tappe per le nostre vacanze in barca a vela alle pontine, è l’ isola più grande di questo arcipelago ed anche la più famosa, le sue baie, spiagge, insenature e grotte sono tra le più belle che possiamo trovare navigando. Essendo di origine vulcanica le sue coste colorate sono uniche ed indimenticabili, i gialli i rossi i bianchi si rincorrono lungo tutta l’ isola, questi colori sono amplificati dalla bellezza delle acque presenti nelle baie che con i suoi riflessi ci lascerà senza fiato. Una vacanza in barca a vela alle Pontine è la soluzione ideale per andare alla scoperta di Ponza e delle sue insenature come: Chiaia di luna, Lucia Rosa, cala dell’ arco naturale, Cala del core, cala Inferno e tante altre, ma quasi tutte raggiungibili solo in barca. delle belle nuotate, nelle acque turchesi di queste baie, ci porteranno alla scoperta di grotte  e fondali marini ricchi di vita.

Palmarola

4 miglia nautiche separano Palmarola da Ponza “Una delle terre emerse più belle del nostro pianeta” Il famoso documentarista Folco Quilici con queste parole ha definito Palmarola. E’ l’ isola piu’ ad ovest di tutte le Pontine, una riserva marina con baie che ci lasciano senza parole. E’ un isola selvaggia ed in parte disabitata, il suo nome deriva da una particolare palma nana che nasce su quest’ isola. Non si puo’ pensare di fare delle vacanze in barca a vela alle pontine senza dare fondo all’ ancora in una delle sue meravigliose baie.  Non essendo grandissima, il periplo, ci permetterà di ammirare tutte le meraviglie di Palmarola . La Cattedrale, così chiamata perchè le rocce ricordano un architettura gotica, chiusa da punta tramontana, è una baia dove fermarsi per essere circondati dal canto degli uccelli è colpiti dalla bellezza di queste rocce che formano colonne e cripte, qui si potrà vivere anche un tramonto da sogno. Nella parte opposta dell’ isola troviamo i Faraglioni di mezzogiorno, che nascondono una grotta con uno specchio d’acqua dal blu intenso e chiudono ad ovest Cala Brigantina, quest’ ultima è chiusa a nord da una parete bianca immensa e con un’ acqua di un turchese inimmaginabile. Nel lato orientale di Palmarola troviamo lo scoglio spermaturo, altro posto da sogno e nella parte occidentale la cala del porto, dove c’è l’ unico insediamento abitato, con le case nella roccia, il ristorante del Francese ed alcune ville. Raccontare quest’ isola non è come viverla trascorrendo una delle mie vacanze in barca a vela alle Pontine.

Ventotene

L’isola di Ventotene, è quella piu’ vicina a Formia, ideale per trascorrere un week end. è una bomboniera in mezzo al Tirreno. Isola amata dai sub per i suoi fondali, fatta su misura per gli amanti di vacanze all’ insegna della semplicità e tranquillità. Solitamente all’ arrivo si da fondo d’ avanti al faro, vicino all’ ingresso del vecchio porto romano, dove volendo si può andare per trascorrere la notte. Il paese è un tripudio di colori e vie, camminando lungo la salita borbonica si arriva  nella piazza dove è situata la chiesa di Santa Candita, Patrona dell’  isola. Procedendo, possiamo arrivare alla piazza del municipio, dove ci possiamo perdere in mezzo ai bambini che giocano, agli abitanti che parlano con i turisti abituali per poi finire nel giardino del museo o scendere fino a Cala nave.   E’ un’ isola che si presta anche lunghe passeggiate, attraversando campi di lenticchie, cicerchie, fave, piselli, pomodori, alberi di fichi, albicocche e gelsi. Ventotene è stata sempre luogo di confino, fin dai tempi dell’ antica Roma, lo testimonia Villa Giulia, vicino a punta Eolo, qui Augusto confinò la figlia Giulia per 5 anni, il carcere nella vicina Santo Stefano, operativo fino agli anni 60, dove venivano reclusi i prigionieri politici. Ma questa è anche l’ isola dove è partita l ‘ idea di un Europa unita.