COME ORGANIZZARE LA TUA VACANZA IN BARCA A VELA IN GRECIA

Di seguito tutte le informazioni necessarie dall’ acquisto al comportamento per una vacanza in barca a vela:

Per prenotare una mia vacanza in barca a vela, basta inviare il 50% delle quote sul mio conto con iban DE57100110012625258683 intestato a Luca Deangelis, il saldo per la conferma della crociera, deve pervenire almeno 30 giorni prima, dell’ inizio della stessa, sempre sullo stesso conto della prenotazione. Nella descrizione dei bonifici andrà indicato il nome e le date della vacanza in barca a vela. Nel caso di barca ad uso esclusivo la somma da versare, per i costi precedentemente descritti sarà di 150€/settimana*.

Nel caso di rinuncia alla vacanza in barca a vela prenotata, entro i 45 giorni dall’ inizio della stessa, l’ intera somma versata sarà restituita. Se la disdetta venisse comunicata successivamente la somma versata sarà interamente trattenuta, ma sarà data la possibilità di utilizzarla in altro periodo, entro un anno, di comune accordo e salvo disponibilità con Avelaingrecia. Nel caso in cui si dovesse trovare un sostituto o dei sostituti a completamento della prenotazione, da entrambe le parti, l’ importo versato sarà restituito nella misura del versamento dei sostituto/i.

Nei mie prezzi visibili nella pagina crociere, è compresa la sistemazione in cabina doppia condivisa (l’ imbarco individuale è possibile salvo disponibilità di posti nella cabina con letti a castello oppure acquistando l’ intera cabina matrimoniale ad uso esclusivo), le attrezzature di bordo, lo skipper, l’ assicurazione RC della barca. Per i costi dei porti, il carburante, il gas della cucina, la biancheria da letto e la pulizia finale della barca, dovranno essere versati 25€ pp/settimana* al momento dell’ imbarco; nel caso di barca ad uso esclusivo la quota totale da versare, per i costi precedentemente descritti, sarà di 150€/settimana*. Extra, da pagare con una cassa comune,  rimangono i costi della cambusa di bordo, i pasti a terra (lo skipper è sempre ospite dell’equipaggio) e le escursioni a terra se fatte. Queste spese, in base alla mia esperienza, possono aggirarsi intorno ai 200 euro a settimana a persona. Per il dettaglio potete andare anche alla mia pagina  dei prezzi

* per le crociere settimanali in Italia, le spese portuali non sono comprese in questa quota e saranno suddivise tra i componenti dell’ equipaggio come per la cambusa, pasti a terra.

Come già detto la mia barca è coperta da assicurazione RC e CORPI, comprese nelle quote crociere, il mio consiglio ai partecipanti  è quello di stipulare un assicurazione personale infortuni.

Dette queste cose, devo dire noiose, ma a me non piace nasconderle, adesso è il momento di salire a bordo. L’ imbarco avviene sempre il primo giorno della crociera dopo le 18.00 (con partenza dal porto la mattina successiva) e lo sbarco l’ ultimo giorno della crociera entro le 10.00 (arrivo in porto la sera precedente entro le 18.00).

Come già detto, è possibile anche l’ imbarco individuale, questo per dare la possibilità a tutti di salire a bordo e fare nuove amicizie. Questo tipo di soluzione sarà possibile con disponibilità di posti nella cabina con letti a castello, condividendola, oppure su una matrimoniale ad uso esclusivo pagando due quote.

I posti letto e le cabine, se non espressamente richiesto al momento della prenotazione, saranno assegnati/e dallo skipper al momento dell’ imbarco.

Vediamo adesso cosa portare e mettere nella borsa. Le mie sono delle vacanze in barca a vela all’ insegna della libertà, quindi non devono mancare magliette, costumi, ciabatte, un asciugamano da mare per la doccia, mentre per le serate piu’ fresche  basta solo una felpa, dei pantaloni lunghi ed un giacchino imbottito tipo sailor. La borsa deve essere di quelle morbide facilmente stivabili, non portate trolley rigidi ed enormi. La maggior parte delle persone che viene in barca, a fine crociera, la metà delle cose portate non riesce ad usarle. In questa borsa, potete lasciare un piccolo spazio per un prodotto tipico della vostra zona, oppure del parmigiano, un salume o quello che preferite, Se volete potete anche portare maschera e pinne per fare dello snorkeling. per le crociere estive non sono richieste scarpe da usare in barca. Per le crociere di primavera o quelle autunnali oltre alle scarpe per la barca saranno utili anche una felpa di lana o di pile ed una cerata. Altra cosa che consiglio di portare, per chi ha un sonno leggero, sono dei tappi per le orecchie di cera e per chi soffre un pochino di mal di mare, o è la prima volta che sale in barca, dei cerotti contro questo malessere.

La mia è un’ imbarcazione a vela con motore ausiliario di 50 cv. Gli 8 posti letto sono distribuiti nella 4 cabine doppie, due matrimoniali a poppa, una con letti a castello sulla murata di dritta verso prua ed una matrimoniale a prua. I bagni condivisi sono 2, entrambi sulla murata di sinistra, uno a poppa ed uno a prua. Nella parte centrale della barca c’è la dinette con i divani ed un tavolo da pranzo; il tavolo da carteggio con gli strumenti di bordo ad uso esclusivo dello skipper; la cucina sulla murata di sinistra con un frigo a pozzetto, un forno, i fuochi per le pentole ed il lavello. Stiamo parlando di una barca a vela, quindi gli spazi e volumi sono proporzionati a questo tipo d’ imbarcazione per rispettare le caratteristiche veliche della stessa. in coperta, oltre all’ attrezzatura velica, possiamo trovare degli spazi per prendere il sole; nel pozzetto oltre alle sedute laterali, il timone, gli strumenti c’è un tavolo richiudibile per i pasti ed aperitivi, da farsi in bellissime baie all’ ombra del bimini. A poppa troviamola passerella per scendere a terra, la scaletta per il bagno ed un doccia esterna con acqua dolce.

Adesso veniamo alle norme comportamentali, iniziamo col dire che all’ interno della barca non è consentito, assolutamente, fumare e possibile farlo solo all’ esterno e posizionandosi sempre sottovento cercando di non buttare la cenere o tabacco in coperta e le sigarette in mare. Non sono ammessi animali di nessun tipo. Non si entra mai bagnati sottocoperta o sulle scale per scendervi; non si corre mai in particolare quando si è bagnati; quando ci si muove dobbiamo sempre fare attenzione dove mettiamo i piedi; le scale si scendono sempre in sicurezza girandosi verso le stesse.

Un bene di tutti e prezioso a bordo è l’acqua, quindi non dobbiamo lasciarla scorrere senza ragione o in quantità eccessiva, spesso basta regolare il rubinetto per usare la giusta quantità, dico questo perchè dobbiamo considerare che in rada ma anche in alcuni porti non sarà possibile fare rifornimento.

Altro bene prezioso è l’ energia elettrica, qui valgono le stesse regole dell’ acqua, cerchiamo di non lasciare luci accese inutilmente; per ricaricare i nostri telefonini ogni cabina dispone di 2 prese di corrente con attacco usb a 5V . La 220V viene prodotta da un inverter da 500W di assorbimento massimo. Nei porti, quando è possibile collegarsi “a terra”, non vi è nessun problema di consumo  e assorbimento dall’ apposita presa e possiamo anche usare il phon e piastra ( il phon e la piastra non si possono usare quando si è collegati ad una colonnina a terra e solo dalla presa dedicata).

In base alle previsioni meteo o per sicurezza, ad insindacabile decisione dello skipper, gli itinerari potranno subire delle variazioni.

I porti di imbarco e sbarco sono facilmente raggiungibili sia in aereo che in traghetto. Per maggiori informazioni su come raggiungerci potete contattare la nostra amica Juna “meraviglioseisolegreche” che potrà aiutarvi nella ricerca dei modi più convenienti e confortevoli per arrivare da noi.

Corfù, Cefalonia, Zante: voli diretti da Atene o Bus, oppure traghetti da Venezia, Ancona, Bari, Brindisi.

Kalamata: Voli diretti da Atene o Bus

Nafplio: Bus da Atene

Rodi: Aeroporto internazionale Diagoras (RHO), ci sono piu’ voli al giorno da Atene e qualche volo settimanale dall’ Italia, ma per chi ama i traghetti, sempre da Atene puo’ trovare delle rotte.

Kos: Aeroporto internazionale Hippocrates (KGS), ci sono piu’ voli al giorno da Atene e qualche volo settimanale dall’ Italia, ma per chi ama i traghetti, sempre da Atene puo’ trovare delle rotte.

Samos: Aeroporto internazionale Aristarchos (SMI), voli diretti da Atene

Naxos: Aeroporto (JNX), voli diretti da Atene oppure in traghetto/aliscafo dal Pireo o Rafina con diverse partenze giornaliere

Milos: Aeroporto (MLO), voli diretti da Atene oppure in traghetto/aliscafo dal Pireo con diverse partenze giornaliere

Per qualunque altra informazione potete scrivere a Luchino a info@avelaingrecia.it